Terzo Tempo. Intervista a Pasquale D’Angelo

19

Pasquale D’Angelo, classe ’97, proveniente dal Caudium Basket Club di Airola. Come è andata la tua prima esperienza in C nazionale? Ti ritieni soddisfatto?

Sono molto soddisfatto, ho avuto una grande opportunità considerando la mia giovane età, inoltre sono stato fortunato perché ho trovato un gruppo fantastico che mi ha accolto fin dal primo momento.

Hai avuto la possibilità di confrontarti con degli ottimi compagni di squadra e allenarti con coach Parrillo che già conosci bene. Se dovessi pensare ad ognuno di loro, riusciresti a dire “la qualità” che hai cercato di prendere come esempio?

Norcino: la determinazione
Trionfo: la tecnica
Marchetti e Ronconi: l’esplosività
De Gregorio: il gioco di squadra
Pignalosa: la visione di gioco
Balestrieri: la grinta
Fratini e Ucci: l’intensità difensiva

Credi che il basket  sia soprattutto uno spazio educativo di condivisione e buone pratiche utili alla vita o una mera possibilità “lavorativa”?

Per me il basket è uno spazio educativo, di condivisione e anche un percorso di crescita personale.

Cosa speri per il tuo futuro cestistico?

Mi auguro di avere altre opportunità come questa dove poter crescere tecnicamente e personalmente.


Si conclude con l'under D'Angelo il nostro ciclo di interviste della rubrica Terzo Tempo. 
Un ringraziamento a tutta la squadra per la disponibilità dimostrata.