Terzo Tempo. Intervista a Fabrizio De Gregorio

20

Fabrizio De Gregorio, play-guardia nato nel 1994 a Termoli. Cresciuto nel settore giovanile dell’Airino Termoli. Hai giocato nelle fila della Pallacanestro Teate Chieti, Palestrina e San Severo. Quanto è stato vantaggioso quest’anno giocare in questa città, con questa squadra?

Quest’anno è stato veramente vantaggioso giocare qui a Benevento e con questa squadra. Ho trovato delle persone fantastiche che mi hanno aiutato sotto tutti gli aspetti, sia a livello cestistico ma anche umano. Davvero un bell’anno posso dire.

Coach Parrillo parlando di te ha affermato “con lui sei certo che quando lo chiami per  entrare in campo risponde sempre presente”. Credi di aver dato il massimo, fino ad adesso, in questa stagione?

Con il coach mi sono trovato davvero bene sin dal primo giorno. Subito mi è piaciuto il suo stile di gioco non troppo schematizzato e fatto soprattutto di letture. Ho dato il massimo e ho sempre cercato di farmi trovare pronto quando sono stato chiamato in causa. Ma ho imparato dagli anni scorsi che non bisogna mai essere soddisfatti e accontentarsi, quindi sono sicuro che posso fare ancora tanto e migliorare ancora anche per l’anno prossimo.

Nel prossimo turno incontrerete la capolista San Severo. Nelle ultime cinque partite la squadra di coach Coen ha subito due pesanti sconfitte. Una contro Partenope e l’altra contro Cerignola, perdendo l’imbattibilità casalinga. Credi che la Magic possa riuscire a portare a casa un’altra vittoria?

Certo che possiamo! E’ dura, ma sono sicuro che possiamo batterli in casa loro. Purtroppo la formula del campionato è stata svantaggiosa, ma non siamo secondi a nessuno e posso assicurare che se fossimo entrati nei playoff saremmo stati davvero duri da battere.

Aspettative per il prossimo anno?

Per il prossimo anno le aspettative sono sempre positive.  Voglio prime finire bene il campionato e migliorarmi per il futuro. Poi valuterò le opportunità che troverò e cercherò di scegliere la migliore per la mia carriera.