TERZO TEMPO. Intervista ad Alessio Ronconi

15

1. Alessio Ronconi, classe ’95. Parlaci un pò di te, del tuo percorso cestistico e da dove nasce questa passione per il basket.

La mia passione è iniziata vedendo il film space jam. Da allora non ho più smesso di giocare. La mia attività giovanile si è svolta interamente ad avellino prima con la vito lepore e poi con la Scandone.  Lo scorso anno ho fatto il mio esordio in serie C con la Pallacanestro Benevento e quest’anno mi trovo di nuovo in questa città con la Magic Team 92.

2. Quest’anno, più volte la Magic ha dimostrato di essere una squadra all’altezza del girone. Ma alcune partite sono state fatali per l’ascesa ai primi posti. Ti aspettavi qualcosa di diverso da come è si sta concludendo il campionato?

Sicuramente l’anno è iniziato diversamente da come sta finendo: da un lato sono dispiaciuto perché alcune persone non fanno più parte della nostra squadra, ma dall’altro lato sono contento perché ho potuto conoscere tante altre persone, tra cui il coach Parrillo, che stanno tutt’ora contribuendo alla mia crescita. Per quanto riguarda i traguardi di squadra,sapevamo fin dall’inizio che la formula non sarebbe stata molto favorevole ma nonostante questo siamo migliorati molto, quindi mi posso ritenere parzialmente soddisfatto.

3. Siete una squadra molto unita, ognuno con caratteristiche e carattere diverso. Quale è la forza della vostra unione?

La principale unione della nostra squadra nasce fuori dal campo. Siamo un gran bel gruppo che non bada al singolo errore individuale ma cerca di andare oltre, per interpretare al meglio il gioco di squadra che ha in mente il nostro coach

4. L’anno prossimo la formula della serie C subirà qualche variazione. Cosa ti aspetti dalla prossima stagione cestistica? Hai già in mente qualcosa?

Per ora non ci penso, la cosa importante in questo momento è finire al meglio questa stagione .